naso-naturale-dr-tito-marianettiCosa c’è di più bello al mondo di ciò che ha creato la Natura? Esistono dei capolavori naturali che ogni giorno attirano la nostra attenzione: che si tratti di un tramonto, di un viso o di un paesaggio, è rilassante ed appagante la sensazione di benessere che provoca in noi il bello naturale. Pensiamo invece ad un palazzo in cemento armato costruito su una scogliera oppure a labbra gonfiate come canotti oppure ad un viso plastificato…la sensazione generata in noi sarà di disgusto e ribrezzo. E’ difficile definire cosa è naturale e cosa non lo è, ma la bellezza naturale o, più semplicemente, la bellezza è armonia ed equilibrio.

Anche nel campo della rinoplastica il principio guida di ogni nostra opera deve essere la ricerca della bellezza, che è armonia, equilibrio e naturalità.

A volte è il paziente ad avere le idee un po’ distorte riguardo al possibile risultato che si vorrebbe ottenere, altre volte è il chirurgo a pensare che “il suo naso” vada bene per tutti. Ecco allora che soprattutto in passato si sono visti nasi insellati, con la punta all’insù, con le ali nasali come schiacciate da una pinza e riconoscibili a distanza come “nasi rifatti”. Oltre ad essere di dubbio gusto estetico, queste rinoplastiche eseguite con tecniche “sottrattive” ed “interruttive” portano con sé notevoli problemi funzionali dovuti ad un danneggiamento della valvola nasale interna ed esterna.

E’ bene effettuare diversi incontri preoperatori tra chirurgo e paziente al fine di valutare le aspettative e gli obiettivi di entrambi, anche con l’ausilio di tecniche grafiche di previsualizzazione.

Il naso è al centro del volto e caratterizza a volte la personalità dell’individuo. Stavolgerlo significherebbe alterare la stessa consapevolezza di sé. Bisogna mantenere il naso adatto per ogni singolo individuo, conformandolo ed eliminando i difetti, ma lasciandolo naturale e adatto al volto della persona. Meglio un piccolo difetto che magari dona anche naturalezza al risultato (come una piccolissima gobbetta in un paziente di sesso maschile) piuttosto che rendere un naso innaturale.

 

 

Dott. Marianetti Tito Matteo

Specialista in Chirurgia Maxillo-Facciale